headerphoto

Nuova Classificazione dei Rifiuti e nuove Frasi di Rischio
[espandi | comprimi]

2015.06.01 - Entrano in vigore da oggi le nuove modalità di classificazione, etichettatura e imballaggio con relative nuove indicazioni di pericolo per le miscele tra le quali rientrano anche i rifiuti. dal I° giugno infatti diventa operativo a tutti gli effetti il Regolamento (CE) n° 1272/2008 del 16.12.2009 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE.

Le nuove indicazioni di pericolo prendono il posto delle decadute frasi R, il nuovo codice risulta composto da una H seguita da tre cifre (i.e. H301). La prima cifra si riferisce al potenziale bersaglio o tipologia di pericolo (2-FISICI, 3-SALUTE e 4-AMBIENTE); le ultime due cifre individuano con precisione la l'indicazione di pericolo.

Sempre in tema rifiuti si precisa che con l'introduzione del Regolamento (UE) 1357.2014 sono state modificate le Classi di Pericolosità dei rifiuti. il Reg. 1357.2014 si è reso necessario a seguito dell'entrata in vigore del Reg. 1272/2008 per la parte relativa alle miscele. Il nuovo Reg (UE) 1357.2014 va a sostituire integralmente l'Allegato I alla Parte IV del 152/2006 in quanto viene con esso modificato il vecchio allegato III della Direttiva 2008/98/CE riportante le frasi di rischio.

Le caratteristiche di pericolo H del rifiuto vengono quindi sostituite dall'indicazione HP seguita da un numero progressivo che richiama le vecchie caratteristiche di pericolo. Da HP1 a HP3 i pericoli sono di tipo fisico, da HP4 a HP13 i pericoli sono per la salute, HP14 per l'ambiente e infine HP15 che tiene conto di pericoli derivanti da futuri possibili cambi di stato del rifiuto.

Nel definire le nuove caratteristiche di pericolosità [HP] il Reg. 1357 indica anche i valori soglia riferiti alle relative indicazioni di pericolo [Hxxx] di cui al Reg. 1272/2008. Vengono inoltre fornite metodiche standardizzate per la "verifica di pericolosità, tali metodiche sono contenute nel Regolamento (CE) 440/2008.

Da ultimo si segnala l'importante Decisione (UE) 955/2014 che ha sostituito l'Allegato D della parte IV del D.Lgs 152/2006 [Elenco C.E.R.] con l'introduzione di 3 nuove etipologie di rifiuto e alcune altre piccole modifiche nelle definizioni esistenti. La Decisione 955/2014 inoltre sancisce che per l'assegnazione della caratteristica di pericolosità al rifiuto prevarranno sempre i risultati dei metodi di prova [Regolamento (CE) 440/2008] sul mero confronto dei valori analitici con i valori soglia indicati nel Reg. (UE) 1357.2014.

torna su - News - Home


Note Legali

Prima dell'utilizzo di qualsiasi materiale presente su questo sito si invita a prendere visione delle Linee Guida per l'utilizzo del sito e del materiale in esso contenuto.


Links

-


Torna alle news